L’approccio sistemico


sis

L’approccio sistemico-relazionale

 

Cosa

La teoria sistemica si basa sull’idea che il comportamento degli individui sia funzionale alle relazione che vivono.

Per sistema (famiglia, gruppo amicale, colleghi di lavoro, classi scolastiche…) si intende un insieme di persone in continua interazione tra loro che hanno la tendenza ad organizzarsi secondo regole che ne garantiscono continuità e stabilità. Esistono sistemi maggiormente permeabili al cambiamento mentre altri lo sono meno, fino a quelli che appaiono rigidi e difficilmente modificabili. In questi ultimi, la possibilità di evoluzione e crescita è abbastanza limitata e compaiono più facilmente manifestazioni di sofferenza o aspetti sintomatici. In tale ottica, il sintomo diventa espressione di una difficoltà non del singolo, bensì dell’intero sistema di cui egli fa parte, ponendo l’attenzione, in particolare, sul processo interattivo e comunicativo in corso tra i vari membri che lo compongono.

La psicoterapia sistemico relazionale è in grado di intervenire su individui, coppie e famiglia.

La psicoterapia individuale è uno strumento prezioso a disposizione di quelle persone che, dopo aver riconosciuto di vivere una condizione di disagio psicologico, più o meno grave, decidono di chiedere aiuto ad un professionista del settore. Non è soltanto uno strumento terapeutico capace di intervenire in qualsiasi forma di malessere psichico e nelle psicopatologie più gravi ma anche un mezzo di conoscenza interiore capace di restituire all’individuo un senso di sé autentico, integro e coeso, rendendo così gradualmente disponibili nuove risorse di cui in precedenza ignorava l’esistenza.

La terapia di coppia offre ai coniugi l’opportunità di ricercare, insieme al terapeuta, le origini dei conflitti, ricostruendo la storia del loro legame, individuando gli intrecci e gli incastri che hanno rappresentato i fondamenti essenziali della loro unione. Grazie all’impegno congiunto i due coniugi possono giungere a livelli adeguati di reciproca conoscenza e comprensione, incrementando la soddisfazione nella relazione e ponendo in atto processi di cambiamento nella vita familiare. Quando la crisi della coppia sfocia nella decisione della separazione, la terapia può rappresentare invece un’insostituibile risorsa per salvaguardare adeguate e corrette modalità di comunicazione e di relazione tra i coniugi, riducendo così i conflitti.

La terapia familiare risulta essere uno strumento indispensabile qualora il disagio psicologico della persona derivi da malesseri e tensioni familiari che, ripercuotendosi su tutti i membri del sistema, provoca ansie, sofferenze e dolore. Questo tipo di terapia si propone di aiutare i genitori a comprendere meglio i bisogni e le difficoltà dei figli nei cambiamenti dell’età evolutiva; individuare e utilizzare al meglio le risorse presenti nella famiglia per riattivare una comunicazione efficace ed il piacere di stare in relazione.