Interventi nelle aziende


aziende2

 

 

VALUTAZIONE, GESTIONE E PREVENZIONE DEL BURN- OUT

PER AZIENDE, ORGANIZZAZIONI,  STRUTTURE SANITARIE E SOCIO- SANITARIE

 

Sempre più spesso gli esperti di relazione vengono chiamati a indagare e intervenire nelle organizzazioni complesse ( Comunità, Cliniche, Ospedali, RSA, organizzazioni turistiche etc) dove le relazioni interne hanno subito degli “irrigidimenti” che producono sofferenza, disagio, incidenti sul lavoro, assenza dal lavoro, malattia; ovvero quello che possiamo definire un pessimo clima lavorativo. In  un’organizzazione, infatti, il clima aziendale è influenzato più dalla qualità delle relazioni umane all’interno del gruppo di lavoro che da fattori economici o di prestigio; situazioni a rischio o situazioni di  Burn- Out possono diventare così dei grossi costi per l’organizzazione.

Relazionalmente, attraverso i suoi professionisti, si occupa di valutare il clima lavorativo  nelle organizzazioni  e nelle strutture sanitarie e socio-sanitarie e di lavorare per il loro miglioramento sia in ambito del Front- office, che del Back –office,  attraverso vari tipi di interventi.

Partendo da un’ ANALISI APPROFONDITA DELLA DOMANDA e dall’individuazione delle AREE DI CRITICITA’, attraverso un  confronto con i leaders dell’organizzazione si possono focalizzazione i bisogni e le problematiche relazionali interne all’azienda sia ad un livello di Front-office che di Back office.

Successivamente l’intervento si sviluppa step by step  ed è suddivisibile in più  moduli.

1° Modulo

Valutazione qualitativa e quantitativa del clima aziendale della struttura organizzativa e delle differenze di clima tra gruppi o sottogruppi (aree o reparti) rispetto all’organizzazione generale,  attraverso la SOMMINISTRAZIONE DI UN QUESTIONARIO PER LA VALUTAZIONE DEL CLIMA AZIENDALE. Quest’ultimo  è  un metodo di analisi micro-contestuale e relazionale che consente di evidenziare qualità e stili di relazione all’interno del contesto lavorativo e di poter fare una valutazione del livello di maturità dei gruppi di lavoro anche rispetto alla leadership.

In seguito a questa valutazione è possibile fornire alla direzione aziendale le ipotesi di intervento organizzativo ritenute più adeguate, in merito  alla gestione e prevenzione del Burn- Out, alla luce del recente aggiornamento legislativo sulla sicurezza aziendale e sulla prevenzione del Burn-Out (D. Legs 81/2008).

2° Modulo

Sulla base dell’analisi della domanda ed eventualmente anche della valutazione qualitativa e quantitativa del clima lavorativo, si possono attuare  degli interventi di tipo relazionale rivolti a quei contesti e gruppi dove sono state confermate aree di criticità, con l’obiettivo di migliorare la qualità lavorativa. Si lavora su aspetti di comunicazione, di relazione ed emotivi sia all’interno del team che all’esterno  attraverso:

  • gruppi di supervisione
  • gruppi di lavoro esperienziali
  • gruppi di formazione

3° Modulo

Successivamente si può realizzare, all’interno dell’organizzazione o dell’azienda, anche un intervento relazionale di tipo individuale attraverso la creazione di uno SPORTELLO interno alla struttura per il SUPPORTO PSICOLOGICO sia ad un livello di Back-office per i dipendenti che ad un livello di Front-office ( ad esempio per i  pazienti e/o familiari in strutture socio- sanitarie). Lo Sportello potrà essere uno spazio di:

  • accoglienza e sostegno
  • counseling
  • psicoterapia vera e propria

Con questo approccio si può offrire ad ogni organizzazione o  struttura, che richieda   un intervento terapeutico sul clima lavorativo, un progetto ed un lavoro non di tipo  standardizzato e generalizzato, ma  mirato e tarato sulle specifiche  esigenze e  criticità.

  • counseling
  • psicoterapia vera e propria

Con questo approccio si può offrire ad ogni organizzazione o  struttura, che richieda   un intervento terapeutico sul clima lavorativo, un progetto ed un lavoro non di tipo  standardizzato e generalizzato, ma  mirato e tarato sulle specifiche  esigenze e  criticità.